Il CONSORZIO LEGNO VENETO TESTIMONIAL AD EXPO MILANO 2015 CON LA REGIONE VENETO

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

EXPO2015 MilanoMartedì 6 ottobre 2015 il Consorzio Legno Veneto ha presentato, su invito della Regione Veneto, la propria attività all'interno del Padiglione della Regione ad EXPO 2015 Milano.

L'Assessore Corazzari e il dott. Dissegna, dirigente sezione Parchi e Aree protette Regionali, hanno voluto aprire l'incontro sottolineando l 'importanza della filiera del legno che insieme alle altre filiere costituisce una voce importante per l'economia non solo regionale.
A seguire l'intervento del dott. Giustino Mezzalira ( dirigente del Settore di Veneto Agricoltura e membro del Consorzio) che ha introdotto come testimonial il Consorzio Legno Veneto e la ditta Itlas, produttrice di pavimenti assi del Cansiglio. Il Presidente del Consorzio, Paolo Saviane, assieme alla Consigliera Giovanna Fongaro, hanno illustrato i fini e gli obiettivi raggiunti e l 'importanza della formazione per i ragazzi, attività svolta in particolare dalla scuola del legno di Sedico.
Nella foto alcuni consorziati con l'Assessore Corazzari all'interno del Padiglione del Veneto.

CSQA certifica la superficie forestale più piccola del mondo, Consorzio legno Veneto presente con le ditte Montagna f.lli e Profilegno

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

CSQA certifica la superficie forestale più piccola del mondo. Il “Gruppo di Valorizzazione del Legno delle Piccole Dolomiti” ha ottenuto da CSQA la certificazione per la Gestione Forestale Sostenibile secondo lo schema PEFC. La certificazione di questo Gruppo (con i boschi cresciuti sulla catena prealpina vicentina) va ad aggiungersi alle 27 già esistenti corrispondenti a oltre 824.000 ettari, equivalenti alla superficie di tutta la regione Umbria.

La rilevanza di questa nuova certificazione è legata alla strategicità del territorio per due fattori fondamentali:
• da quest’area si otterrà pregiato legno di acero, tiglio, frassino e castagno per il mercato locale costretto, fino a oggi, ad approvvigionarsi di materiale certificato dal mercato estero;
• si tratta di un esempio di valorizzazione e di corretta gestione del territorio, che potrebbe trainare altre realtà simili.

Il progetto è stato finanziato dal mondo imprenditoriale e, in particolare, da un gruppo di aziende appartenenti al “Consorzio Legno Veneto” e guidate da Montagna F.lli srl di Montecchio Maggiore (VI) e da Profilegno srl di Quinto Vicentino (VI). Quest’ultima si è già distinta in passato per la propria attività di valorizzazione del castagno locale nella ristrutturazione della pavimentazione in legno di Villa Thiene a Quinto Vicentino (Fonte: www.pefc.it).

“La PEFC - ha detto Pietro Bonato, Direttore Generale e AD di CSQA - è una garanzia che la materia prima legnosa, utilizzata per carta e prodotti in legno, derivi da foreste gestite in maniera sostenibile e certificate secondo principi specifici. Ci auguriamo che questa certificazione sia sempre più diffusa perché utilizzare il marchio PEFC sui prodotti certificati, sia per la GFS- Gestione Forestale Sostenibile che per la CoC - Catena di Custodia, significa acquisire maggiore visibilità e credibilità, con conseguente accesso sui mercati internazionali”.

“Questa che rappresenta la più piccola superficie certificata al mondo è un’eccellenza che deve essere segnalata anche per un’altra situazione - ha commentato Antonio Brunori, Segretario Generale del PEFC Italia - e cioè per la volontà di imprenditori locali di dare un valore aggiunto alle risorse naturali del proprio territorio, invece di cercarlo in altri Paesi, talvolta lontani migliaia di chilometri. Investire per promuovere le filiere corte, riducendo l’inquinamento e incrementando il valore aggiunto e la tutela dei boschi del proprio territorio rappresenta un esempio virtuoso di economia circolare che fa onore a questi imprenditori del settore legno. E visto che è legno certificato per la gestione sostenibile dei boschi d’origine, ci sono tutte le garanzie per promuovere anche delle politiche di acquisti verdi da parte delle Amministrazioni Pubbliche venete, implementando le direttive europee sul GPP, troppo spesso disattese anche a livello nazionale”.

Questi articoli riportano la notizia a livello nazionale:  

 

CSQA

BARBARA GANZ IL SOLE 24ORE

FOCUS

TEATRONATURALE

 
 

Contatti

Sede legale del Consorzio c/o

Centro Consorzi
Zona Industriale Gresal 5/E - 32036 Sedico Belluno

+39 0437 851350
+39 379 18332856

Dove Siamo